martedì 18 agosto 2015

Teaser Tuesday #3



Nuova rubrica per il Martedì. Questa rubrica è stata ideata da Should be Reading. Lo scopo di questa rubrica del martedì è offrire ai lettori l'opportunità di conoscere nuovi libri condividendone un'estratto. Potete partecipare tutti,seguendo le regole sottostanti:


-Prendi il libro che stai leggendo in una pagina a caso; 
-Condividi un breve spezzone di quella pagina ("Teaser")
Attento a non fare spoiler!
-Riporta anche il titolo e l'autore così che i tuoi lettori possano aggiungere il libro alla loro wishlist se sono rimasti colpiti dall'estratto.

Image and video hosting by TinyPic

Il teaser di oggi sarà direttamente da Acquanera di Valentina D'Urbano,che volevo leggere da parecchio tempo,e finalmente ci sono riuscita.


La notte seguente,miagolando,arrivarono i gatti.
Si assieparono proprio davanti alla porta,grattando con le unghie sul legno e chiamando la vecchia Clara con le loro vocine acute Sembrava che piangessero tutti insieme.
Quando la dona andò ad aprire ,i gatti sciamarono dentro,ignorarono la loro padrona e raggiunsero la stanzetta dove dormiva Elsa. Lei si svegliò all'improvviso e si trovò circondata dal silenzio dei loro grandi occhi gialli. Ebbe subito paura,ma quando guardò verso la porta la paura divenne terrore.
In piedi sulla soglia c'era Clara Castello,bianca e levigata come un osso,avvolta nei suoi soliti panni neri di vedova.
I suoi occhi d'argento brillavano come due lune,proprio come quelli dei suoi gatti.
La vecchia Clara afferrò Elsa per i capelli e ,con una forza insospettabile,la trascinò in cucina.
Accanto alla finestra era appeso un pensile chiuso a chiave,e la chiave pendeva dal collo della vecchia.
Elsa si immaginò che contenesse chissà che,ma quando Clara l'aprì non ci vide dentro niente di strano. C'erano bacinelle di rame,scodelle,boccette,candele e barattoli di quelli usati per riporre le spezie.
La vecchia prese la bacinella e la riempì,accese una candela,e versò poche gocce del contenuto di una boccetta-olio,a prima vista-nell'acqua.
Poi intimò a Elsa di immergere l'indice sinistro nella bacinella.
Lei,spaventata e confusa dal sonno e dal freddo,obbedì per paura che la vecchia Clara la buttasse fuori di casa.
Non appena il suo dito toccò il velo dell'acqua,l'olio che galleggiava in superficie precipitò,andando a raggrumarsi sul fondo.
Per parecchi minuti la vecchia non disse niente.Rimase immobile e muta,a guardare quell'olio denso che d'un tratto era diventato pesante e aveva creato un patina torbida sul fondo della bacinella.
Elsa tolse l'indice dall'acqua e se lo asciugò sulla camicia. Lentamente,l'olio tornò a galleggiare sulla superficie,come era naturale che accadesse.
Pensò subito che la vecchia Clara le avesse fatto il malocchio. Una fattura,forse. Una di quelle cose che ti facevano marcire il latte e morire le bestie. Una di quelle magie per cui non riuscivi a rimanere incinta e,se per caso ci riuscivi,davi alla luce solo bambini morti.
«Come mai il sindaco ti ha cacciato?»chiese Clara,anche se sicuramente sapeva già com'erano andate le cose.
«Ha detto che ero maledetta e che gli avevo fatto il malocchio, perché è morto il figlio.»
«E tu lo sapevi prima,che il bambino sarebbe morto?»
«Si,lo sapevo.»
«Chi te l'ha detto?»
«Il lago,me l'ha detto.Ho sognato che Renzo stava con i piedi nell'acqua trasparente e ho capito. Ma quando l'ho detto non mi hanno creduto. Lui però è morto davvero,e allora mi hanno mandata via.»
«Sapevi che sarebbe morta anche la figlia grande, Matilde. Pure quello te l'ha detto il lago?»
«Si. Però quella volta non ho detto niente,pensavo che fosse stata una coincidenza.»
Clara Castello restò assorta in silenzio,con la mano destra contratta e simile a un artiglio,appoggiata sui capelli biondi di Elsa.
«Clara,che cosa ho?Mi hanno fatto la maledizione?»
«Ma quale maledizione,Elsa»borbottò la vecchia Clara,con disprezzo.
E,a sua volta,infilò il dito indice della mano sinistra nell'acqua.


Per oggi è tutto con il teaser. Cosa ne pensate? Fatemelo sapere nei commenti!
Al prossimo post,
Nali <3

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!