domenica 13 settembre 2015

Doppia recensione "Save me" e "Cantami d'Amore" di Jenny Anastan.

Benvenuti tutti a questa doppia recensione di due libri della stessa autrice. I libri in questione sono Save me Cantami d'Amore di Jenny Anastan.Come tutti sappiamo,e se alcuni non lo sapessero,ora lo dirò, Save me non è propriamente un libro in quanto non è stato pubblicato su una piattaforma online come Amazon o Kobo,ma è stato pubblicato su Wattpad dalla stessa autrice che voleva condividere con le sue lettrici e i suoi lettori questa storia. Ho letto entrambi i libri in 4 giorni ed è per questo che ho deciso di farvi una doppia recensione. Bene,senza alcun indugio,cominciamo con le recensione!

Savannah sta per toccare il fondo, quando nella sua vita entra come un ciclone Ryan, il misterioso amico del suo fidanzato Matthew.
Riuscirà Ryan a salvare Savannah da se stessa?
E chi salverà lui?

"Dio lo sento ovunque,ma l'unico posto dove non avrei mai immaginato di sentirlo è in mezzo al mio petto. Invece è proprio lì,che pulsa con il mio cuore.O è il mio cuore che urla a gran voce il suo nome?"

In questo romanzo dell'autrice self Jenny Anastan, la protagonista Savannah si trova ad affrontare una situazione difficile dopo la morte del padre,infatti,lei e sua madre dopo aver rischiato di finire in mezzo ad una strada sono state salvate dal famoso Nicholas,personaggio politico molto facoltoso,che però ha un lato nascosto e che quindi diventa l'incubo personale della piccola Savannah,che frustrata per la situazione inizia a fare uso di sostanze stupefacenti tenendo all'oscuro il suo fidanzato,Matt. A scoprire questa sua dipendenza è Ryan,l'altro protagonista del romanzo che ha avuto un infanzia difficile a causa della madre,anche lei drogata,che per ricavare soldi per pagarsi la roba si concedeva a uomini non degni di questo nome. La vicenda si complica proprio quando Savannah in cerca di un pò di coca sbaglia e va a finire nell'appartamento di Ryan,ed è proprio allora che tra i due nascerà qualcosa,qualcosa che porterà tanto tantissimo dolore ad entrambi.
Parto dicendo che ho iniziato a leggerlo per sfizio mentre aspettavo che i miei ordini su amazon arrivassero,ma devo dire che il romanzo mi è piaciuto molto,certo non è un romanzo eccellente,ma è ben scritto e la storia,piena di colpi di scena, è veramente bella. Un pò mi aspettavo che mi sarebbe piaciuto,considerato che dopo aver letto Resta con me,primo romanzo dell'autrice,avevo atteso con impazienza l'uscita del suo secondo romanzo,che è finalmente mio,di cui vi farò la recensione oggi,quindi quando ho visto che questo suo romanzo mi iniziava a piacere e mi appassionava particolarmente,non sono rimasta sconvolta,me lo aspettavo.

Pur essendo un romanzo scritto su Wattpad,devo ammettere che è ben scritto,le descrizioni si alternano perfettamente ai dialoghi e la narrazione non è pesante,anzi è un romanzo molto scorrevole,certo non adatto ad un pubblico un pò più giovane per le varie descrizioni e dialoghi abbastanza spinti,ma credo che sia una lettura adatta un pò a tutti,certo,se non vi piace il genere di storia strappalacrime e sdolcinata,questo romanzo non fa per voi,ma per coloro ai quali piace sognare e leggere storie d'amore appassionanti questa fa per voi. Inoltre,il romanzo non è un frivolo New Adult o YA,anzi tratta temi molto profondi ai quali bisogna stare attenti quando si scrive,perchè un minimo errore potrebbe rendere il romanzo una schifezza,ma non è il caso della Anastan che con i suoi romanzi così ben scritti e con delle così belle trame riesce sempre a centrare il cuore delle sue lettrici. Per quanto riguarda i personaggi ho trovato i due protagonisti due figure molto forti e ben descritte caratterialmente,non mi è piaciuto particolarmente,invece,il personaggio di Matt,personaggio a mio parere molto insignificante,mentre ho letteralmente odiato Nicholas,per ovvi motivi che chi l'ha letto ben saprà, e Kayla,giuro quella ragazza all'inizio mi stava anche simpatica,ma è diventata intollerabile dopo un pò di capitoli,ho immaginato scene mentre Ryan la schiaffeggiava a non finire,anzi ci speravo pure che la schiaffeggiasse,ma ahimè non si può avere tutto dalla vita. Concludo consigliandovi a pieno questo romanzo che è solo la conferma di quanto Jenny Anastan sia una brava scrittrice.

Passiamo adesso a Cantami d'amore,che è la parte principale della recensione considerato che ho un milione di cose da dire,quindi mi devo sbrigare perchè il tempo stringe ed ho una marea di libri che mi chiamano con occhi imploranti perchè io li legga ed io domani devo andare a scuola,happy!Bene,basta scocciarvi con i miei deliri,iniziamo!      


Asia ha ventidue anni, ma vive la vita come se ne avesse cinquanta. La madre è caduta in depressione da quando il padre le ha abbandonate, per inseguire il desiderio di sfondare come solista nel mondo della musica. Asia deve quindi sobbarcarsi parecchio peso: lavorare, occuparsi di quel buco di appartamento in cui abitano in una piccola provincia del nord Italia e, assicurarsi, che le condizioni di sua madre non peggiorino. Da quando ha lasciato Federico, il ragazzo che è stato al suo fianco per sei anni, le resta un unico svago: quello di fermarsi ogni giorno in un negozio di dischi, e perdersi tra le copertine di centinaia di cover. Perché la passione per la musica è l’unica cosa che il padre le ha lasciato. E proprio durante una di quelle piccole fughe dalla sua difficile vita quotidiana che viene avvicinata da uno dei commessi del negozio: Andrea. Lui è la boccata d’aria che Asia aspettava da anni, il raggio di sole che riesce a illuminare la sua vita cupa. E in poco tempo si lascia travolgere da questo ragazzo, che al contrario suo, vive ogni giorno con il sorriso sulle labbra e la voglia di esaudire il suo più grande sogno: sfondare con la sua band. Ma quando tutto sembra procedere per il meglio, le cose precipitano. Il passato sembra non volerle dare via di scampo, attendendola malefico. Dietro ad ogni angolo, pronto a darle in calcio definitivo e rispedirla nel buio. Ad Asia non resterà che tentare di aggrapparsi con le unghie al piccolo spiraglio di luce che le è rimasto.  

"Come si può essere felici con una persona che ti tiene rinchiusa sotto una campana di vetro?

Come ci si può fidare di un uomo che in fondo non potrai mai conoscere del tutto,perchè nasconde un'anima nera che ti fa più paura di ogni altra cosa?"

Cantami d'amore è il secondo romanzo self-published dell'autrice Jenny Anasta,se la conoscete come autrice saprete benissimo che è arrivata in italia con il suo romanzo d'esordio Resta con me,che è stato tradotto in Inglese,c'è da essere fieri di un'autrice self italiana di questa portata. In Cantami d'amore viene raccontata la storia di Asia,una ventenne che ha passato la sua vita a prendersi cura di sua madre e che è dovuta crescere troppo in fretta. Questo l'ha portata a chiudersi in se stessa e a confidarsi solo con la sua unica amica,Sara. L'unico modo che Asia ha di sfogarsi è ascoltare musica ed andare ogni sera al Nirvana l'unico negozio di musica presente nella sua città. Al Nirvana,Asia incontrerà Andrea,un bellissimo (no,ferme tutte,sta proprio bono,concedetemelo.) musicista che sembra essere interessato a lei senza nessuna ragione apparente. I due iniziano ad uscire insieme e così via fino a quando lui non inizia a comportarti in maniera sospetta e le cose tra i due si mettono male e poi arriva il finale. Allora prima di tutto avevo già capito cosa succedeva ad Asia (feeling like a genius,okay no.) ma sono rimasta molto sorpresa dall'apparizione finale,no,ero sotto shock,pensavo che tornasse Federico,e poi boom,okay dovete leggerlo perchè a me ha preso tantissimo,non riuscivo a smettere di leggerlo.Devo dire che trarre la storia dall'album The walls dei Pink Floyd è stato un colpo di genio,devo veramente fare un grande applauso all'autrice,per non parlare dei vari riferimenti a chitarristi e gruppi musicali famosissimi che è un tocco di classe nella narrazione. Mi è piaciuta molto la scelta di creare due personaggi così appassionati di musica da creare atmosfere fantastiche cantando e suonando insieme e la loro chimica poi era travolgente.

La prosa era ben scritta e ben equilibrata,le descrizioni essenziali,ma ben scritte e i personaggi sono ben delineati non sono caratterialmente,ma anche emotivamente e fisicamente. Asia è una protagonista eccellente,sono riuscita ad immedesimarmi in lei perfettamente e riuscivo a capire e sentire le sue emozioni,l'ho letteralmente amata in alcune parti ed odiata in altre,soprattutto quando si è buttata avanti per non complicare la situazione,quanto è stata stupida! Andrea,d'altra parte non è solo bello e irresistibile (calma i tuoi ormoni,per favore Annalisa calmati.),ma è anche un fantastico musicista ed una bellissima persona,e davvero l'ho adorato per il modo in cui guardava e amava Asia (ci fossero più uomini così al mondo,saremmo tutte più felici.). Poi arriviamo a Sara,lei è la mia preferita,sembro io versione personaggio di un libro,mi ha fatto ridere,sorridere e soprattutto battere le mani,perchè lei è stata la forza di Asia e per questo bisogna fare un grosso applauso alla nostra cara amica Sara. Federico? Oddio,quanto si può odiare un personaggio di fantasia? (Tanto,soprattutto se si tratta di Dolores Humbridge,con i suo piatti con i gatti.) Giuro ho odiato questo personaggio dal primo momento e sono contenta per come sia andata a finire,ancora una volta sono fiera di Sara. E adesso arriviamo alla mia preferita,Grace.Lei mi ha letteralmente stesa con la sua frase: "L'unica vita di coppia che posso prendere in considerazione è quella con un buon libro." Basta,non ho nient'altro da dire,no scherzo. Questo personaggio mi ha dato la sensazione di essere la fata madrina,avete presente.Lei è l'eterna sognatrice con un passato difficile con gli uomini che adesso si rifugia nei suo libri per trovare il suo principe azzurro,insomma è una di noi. Comunque l'ho ammirata parecchio e mi ha fatto anche ridere parecchio nel suo battibecco con il bel dottore,in più si vedeva che voleva bene ad Asia e voleva prendersi cura di lei,anche se con modi tutti suoi,poi i suoi commenti su Andrea mi facevano sbellicare (Annalisa ma cosa ridi che la pensi come lei? Oggi stai parlando troppo per i miei gusti altra me stessa.Fammi finire la recensione in pace!),penso davvero questo sia stato il mio personaggio preferito. Bene,ultimi due,la madre di Asia e Giorgio,okay,sono felice per lei e tutto,ma ho odiato questi due personaggi,scusatemi,ma non li posso sopportare,erano come due parassiti nel libro,soprattutto lei che ha reso la vita di Asia un'inferno,ma va bene,lasciamo stare. 

Ho apprezzato questo libro e l'ho letteralmente divorato. Libro molto consigliato se vi va una lettura appassionante che vi farà sognare! Ancora complimenti alla Anastan che mette tanto amore nei suoi romanzi e tanta cura e si vede.

Con questo è tutto con la doppia recensione! Cosa ne pensate? Li avete letti? Fatemelo sapere nei commenti!
Al prossimo post,
Nali <3

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!