venerdì 18 settembre 2015

Recensione "Il mio splendido migliore amico" di A.G.Howard.

Salva a tutti e buona sera. Finalmente sono qui seduta davanti al mio pc immersa nell'afa serale che assale ininterrotta la mia città,per scrivervi la recensione de Il mio splendido migliore amico di A.G. Howard,che come sapete stavo leggendo da un pò e sono riuscita a finire solo oggi a causa dei miei impegni scolastici e personali. Come ben sapete,perchè ve l'ho già annunciato in altri post, dopo aver cominciato la scuola sono stata parecchio impegnata,inoltre,la settimana prossima inizierò la preparazione per il Cambridge d'inglese,quindi sarò sempre fuori casa per studiare,e non so quando riuscirò a scrivere sul blog,confido nel fatto che riuscirò a preparare alcuni post di rubriche in anticipo,così da trovarmi preparata in caso di impegni soffocanti. Bene,un'ultima cosa,scusate se a volte mi impallerò e sbaglierò parole o scriverò in inglese,ma quest'anno abbiamo in classe una ragazza che parla solo inglese e ho preso ormai la mano nel parlare con lei in lingua,così a volte mi sbaglio o confondo le parole in italiano,quindi mi scuso in anticipo nel caso mi succeda durante la recensione. Bene,non mi dilungo oltre,iniziamo con la recensione.

23447037

 Alyssa Gardner ha il dono di poter sentire i sussurri dei fiori e dei bruchi. Peccato che per lo stesso dono sua madre è finita in un ospedale psichiatrico. Questa maledizione affligge la famiglia di Alyssa fin dai tempi della sua antenata Alice Liddell, colei che ha ispirato a Lewis Carroll il suo Alice nel Paese delle Meraviglie. Chissà, forse anche Alyssa è pazza, ma niente sembra ancora compromesso, almeno per ora. Quando la malattia mentale della madre peggiora improvvisamente, Alyssa scopre che quello che lei pensava fosse solo finzione è un’incredibile verità: il Paese delle Meraviglie esiste davvero, è molto più oscuro di come l’abbia dipinto Carroll e quasi tutti i personaggi sono in realtà perfidi e mostruosi. Per sopravvivere, Alyssa deve superare una serie di prove, tra cui asciugare il lago di lacrime di Alice, rimanere sveglia all’ora del tè soporifero, domare un feroce Serpente. Di chi potrà fidarsi? Di Jeb, il suo migliore amico, di cui è segretamente innamorata? Oppure dell’ambiguo e attraente Morpheus, la sua guida nel Paese delle Meraviglie? 

«Tu capisci la logica che si nasconde dietro l’assurdo, Alyssa. Per tua natura sei incline a trovare
la pace nel mezzo della follia ed è proprio questo che stiamo facendo ora: stiamo dando al nostro
cibo la possibilità di combattere».

Il romanzo,la cui traduzione mi ha fatto saltare i nervi,perchè non centra un corno con la storia,se non perhè Jeb è il suo migliore amico,racconta la storia di Alyssa,discendente di Alice,si,proprio l'Alice del Paese delle Meraviglie,l'Alice che entrando nella tana del coniglio ha seminato scompiglio nel regno fantastico che è il Paese delle Meraviglie e la cui storia è nota a tutti noi. Insomma,pare che dopo che Alice sia entrata nella tana del Coniglio e ne sia uscita,abbia raccontato la sua avventura al nostro caro Lewis Carroll che poi ne ha fatto un romanzo di enorme successo. Dopo tutta la sua avventura pare che Alice e la sua discendenza siano vittime di una maledizione che le porta alla pazzia e quindi alla morte,così Alyssa,decisa a scappare dal destino che da anni ha ormai colpito sua madre,decide di trovare la Tana del Coniglio per rompere la maledizione. Nella sua avventura,ad accompagnarla,ci sarà Jeb,il suo migliore amico e cotta segreta ormai da anni,che è fidanzato con Taelor,colei che ha sparso la voce sulle origini di Alyssa rendendola lo zimbello di tutti. Scesa nella Tana del Coniglio,Alyssa,seguendo una voce che le arriva dall'interno,arriva fino alla tana del saggio,cioè il bruco con la pipa,il quale prenderà le sembianze di Morpheus,colui che aveva vissuto la sua infanzia con Alyssa,colui che aveva conosciuto Alice,colui che essendo un Nethergirl non può provare amore,ma che si dimostrerà il più valoroso e capace di provare sentimenti forti,colui che è mosso non solo dalla necessità,ma anche dall'amore,colui che vi ruberà il cuore e non ve lo restituirà mai più,credetemi per quanto potrete odiarlo,lo amerete sempre. Comunque,dopo l'incontro con Morpheus,inizia la vera avventura di Alyssa che tra inganni e bugie si destreggerà nel Paese delle Meraviglie dove scoprirà una verità sulle sue origini,una verità oscura,una verità che è nascosta nei suoi geni e che si sprigionerà dando vita ad una serie di reazioni a catena che vi faranno rimanere a bocca aperta e vi sorprenderanno in maniera pazzesca,davvero,non sapevo mai cosa aspettarmi ogni volta che iniziavo un nuovo capitolo.


Arriviamo adesso ai personaggi. Alyssa è ,secondo me,la protagonista perfetta per questo tipo di romanzi,determinata,tenace,forte e soprattutto intelligente con un punta di fragilità e dolcezza che non stancano mai. La sua volontà di salvare la sua famiglia e di sfuggire alle voci per farsi accettare dai suoi compagni,mi rispecchia molto e forse è per questa ragione che sono riuscita ad immedesimarmi in questo personaggio alla perfezione capendo ogni suo più piccolo sentimento. Jeb,d'altra parte,l'avevano descritto come una ragazzo che se ne frega di lei,indifferente,ma io non ho trovato in lui queste caratteristiche,anzi,mettendo da parte la sua relazione,lui fa di tutto per stare con Alyssa,e questo si vede da trecento kilometri,d'altra parte però,l'ho trovato troppo scontroso,soprattutto con Morpheus,che rassegnatevi,proteggerò fino allo sfinimento ed è proprio a lui che arriviamo,lui mi ha letteralmente rubato il cuore,e sinceramente avrei preferito un'altro finale,perchè questo non dà giustizia alla mia ship,ma va bene,questi sono i problemi di una Fangirl,lasciamo perdere. Taelor? insignificante ed inutile,un personaggio che sinceramente avrebbe anche potuto non esserci e non ne avrei sentito la mancanza. Jenara? Inutile quasi quando Taelor,con l'unica differenza che lei almeno mi sta un pò simpatica. Ho trovato parecchio inquietanti i personaggi del Paese delle Meraviglie,che sono molto diversi da quelli descritti da Carroll,ma che sono fantastici in tutto e per tutto. Il romanzo mi è piaciuto parecchio,per non dire che l'ho adorato e sinceramente,non aspetto altro che leggere gli altri due romanzi che spero arrivino presto,e spero in un finale degno per la mia ship...sono pazza... Anyway,libro consigliatissimo,molto bello e super travolgente,con i suoi colpi di scena e la storia affascinante e ben scritta.

Cosa ne pensate? Lo avete letto? Fatemelo sapere nei commenti!
Al prossimo post,
Nali <3

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!