lunedì 12 settembre 2016

Recensione "C'è qualcosa nei tuoi occhi" di Amabile Giusti

Buongiorno e buon martedì a tutti voi! Oggi chiacchieriamo un pò a proposito di C'è qualcosa nei tuoi occhi ,il nuovo romanzo di Amabile Giusti, seguito di Tentare di non amarti (che trovate recensito QUI), che uscirà il 20 Settembre per Amazon Publishing (al prezzo di 4.99 euro per la versione digitale e di 9.99 euro per la versione cartacea - potete acquistarlo qui ).

30454050

Francisca Lopez è un angelo nero impossibile da conquistare: nel suo passato c’è dolore, violenza subìta e inflitta, c’è la delinquenza e c’è il carcere. E c’è un solo uomo, Marcus. Con lui ha condiviso la parte più oscura di sé.
Ma ora Marcus se n’è andato, ha scelto di seguire Penny, la dolce ragazza dalle ciocche pastello per la quale ha deciso di cambiare vita, e Francisca deve costruirsi una nuova identità.
Per farlo, sceglie Amherst, la città di Emily Dickinson, perché la poesia è stata la sua segreta ancora di salvezza. Se poi all’università il corso di poesia contemporanea è tenuto da Byron Lord, un professore giovane, seducente e con un nome decisamente profetico, affascinato dai suoi “occhi di petrolio”, la vita di Francisca può davvero sperare in una svolta.
Tra i due nasce uno strano e delicato rapporto: una tenera alchimia d’amore che rischia a ogni momento di essere spazzata via dai segreti di entrambi e dalle tante fragilità di Francisca. Una storia destinata a incrociarsi con la nuova vita dell’indimenticato Marcus e della rivale Penny, in un finale dolcemente inaspettato.
Il sequel di Tentare di non amarti ci racconta una nuova vicenda di amore e riscatto: un viaggio profondo e toccante nell’animo inquieto dei suoi protagonisti così diversi... così uguali.
 

"Sono fatta di battiti, come se non fossi altro che questo: un cuore offerto tra mani invisibili. Non ho più paura di nulla, non perché mi sento immortale, ma perché mi sento forte. Perché, come ha detto Barbie una volta, anche se non l'ho mai conosciuta, non sono le ombre che comandano, ma la luce."

All'inizio pensavo che questo romanzo non fosse all'altezza del primo, forse perché Francisca nel primo romanzo non mi era piaciuta, forse perché avevo paura che quello che il primo romanzo ci aveva regalato durante la lettura si potesse sgretolare durante la lettura di questo, o molto semplicemente perché non lo so. Comunque, mi sono dovuta ricredere, non solo sul romanzo, ma anche su Francisca, anche perché in lei mi sono un pò rivista, certo lei ha combattuto battaglie molto più dure delle mie, ma come dice Byron, nessun'anima può fuggire alla sofferenza. Francisca in questo romanzo ci ha mostrato il suo vero essere e questo mi ha fatto molto piacere, mi è piaciuta molto la Francisca che si nascondeva dietro il velo di stronzaggine, mi è piaciuta la Francisca appassionata di poesia, quella che è sopravvissuta leggendo, quella che era fragile ed esposta al mondo e che lo nascondeva con una corazza per difendersi. Insomma, ho adora questo suo lato e ho iniziato ad apprezzarla moltissimo, a tal punto che è assolutamente il mio personaggio preferito di questo romanzo, e forse una delle migliori protagoniste femminili di tutti i tempi, almeno a mio parere. 

Il romanzo parla, appunto, di Francisca e di Byron Lord, un professore di poesia a cui piace vestirsi da rocker e suonare la chitarra cantando. Byron è una contraddizione vivente, gli piace la musica classica ed il rock, suona musica rock e recita poesie, è forte, ma dolce ed è assolutamente un amore!
Credetemi quando vi dico che vorrei un tizio che mi recitasse poesie d'amore come Byron fa nel romanzo, quindi non vi stupite se mi sono follemente innamorata di Byron, che ha preso il posto di Marcus in quattro e quattr'otto! Si, sono volubile, ma che ci posso fare se appena vedo un tizio che recita poesie sull'amore perdo la testa? 
Comunque, Byron ha anche un passato nascosto, insabbiato da quella megera di sua nonna per non recare fastidio alla sua potente famiglia. Un passato che tormenta le giornate di Byron, che è assalito dal senso di colpa.  Il suo passato è diverso da quello di Francisca, ma entrambi hanno affrontato tanto, entrambi vivono portandosi un peso enorme sulle spalle e sarà, forse, proprio questo ad avvicinarli. 

Grazie alla CE per la copia digitale del romanzo! <3
Comunque, ho apprezzato moltissimo il fatto che, a volte, i pensieri dei protagonisti venissero tradotti in poemi famosi, in questo modo, l'intero romanzo, in qualche modo, ruotava attorno alla poesia ed al profondo significato ad esse attribuito. Ho apprezzato moltissimo anche la costante presenza della Dickinson, anche se solo spirituale, che in qualche modo ha guidato Francisca nelle sue decisioni. 

Come nel primo romanzo, lo stile è molto travolgente e scorrevole e agevola la lettura. L'ansia, secondo me, è il punto forte dello stile dell'autrice, perchè tra un capitolo e l'altro, cambiando punto di vista, l'autrice ci lascia con un ansia addosso che ci spinge a continuare la lettura sino alla fine (per una persona ansiosa come me era una corsa contro il tempo e le pagine per sapere cosa fosse successo, credetemi, a volte la curiosità fa male!). 

C'è qualcosa nei tuoi occhi è un romanzo che, come il precedente, mi ha insegnato molto, mi ha insegnato che la vita va avanti, che sta a noi decidere se continuare a soffrire o prendere in mano la nostra vita ed essere felici, ho imparato che la luce regna, proprio come diceva Barbie, e che l'oscurità e solo qualcosa che bisogna sconfiggere e che, a volte, l'amore è la cura migliore contro le paure, contro il dolore, contro i ricordi, contro tutto. 

Dovreste assolutamente leggere questo romanzo, anzi, entrambi i romanzi di questa duologia (è una duologia o c'è altro?), e dovreste farlo perchè Marcus e Penny vi faranno sognare, ma Byron e Francisca vi faranno innamorare! 

Bene, questo è tutto con la mia recensione in anteprima! Mi raccomando, il 20 Settembre tutti ad acquistare il romanzo, che potete già prenotare qui, quindi non perdete tempo e correte a sognare con questa magnifica storia!
Cosa ne pensate? Lo leggerete? Fatemelo sapere nei commenti! 
Al prossimo post,
Nali <3

3 commenti:

  1. Dopo aver letto questo, "Tentare di non amarti" e "C'è qualcosa nei tuoi occhi" sono diventati due dei miei romanzi preferiti". Era difficile riuscire a far andare Francisca, Amabile ci è riuscita alla grande

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Già, ormai quest'autrice mi ha conquistata!

      Elimina
  2. Non vedo l'ora di leggerlo, spero di poterlo fare al più presto <3

    RispondiElimina

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!