mercoledì 7 settembre 2016

Recensione "La notte dimenticata dagli angeli" di Natsuo Kirino

Buon mercoledì e benvenuti a tutti sul mio blog! Oggi parliamo di La notte dimenticata dagli angeli di Natsuo Kirino,edito da Neri Pozza (al prezzo di 18.00 euro per la versione cartacea - puoi comprarlo qui ). 

30736059

Una giovane donna viene brutalmente violentata da tre uomini nel suo appartamento di Tokyo, sotto gli occhi della detective privata Murano Miro. Fortunatamente è solo una scena di Ultraviolence, un film hardcore di grande successo tra gli appassionati del genere. Miro sta fissando lo schermo seduta nell'ufficio di Watanabe Fusae, proprietaria di una piccola casa editrice di orientamento femminista e presidente di un'associazione in difesa delle donne. È lei ad averla contattata: Isshiki Rina, l'attrice protagonista del film, è scomparsa da alcuni giorni e Watanabe teme per la sua vita. Bisogna trovarla al più presto. Comincia così un'indagine all'interno della zona d'ombra della capitale, nei videonoleggi specializzati in film hard e nei locali notturni di Kabukicho, il quartiere a luci rosse di Tòkyo. Ad accompagnare Miro è Tomobe Akihiko, il suo nuovo vicino di casa, un simpatico quarantenne che gestisce un gay bar nel frenetico quartiere di Shinjuku. Le loro ricerche si rivelano subito fastidiose per gli uomini della Create Pictures, la casa di produzione di Ultraviolence: figure che si muovono abilmente tra il mondo della pornografia e quello della prostituzione, come il regista Yashiro Sen, uno dei personaggi più in vista e influenti nel mondo del porno. L'indagine si fa a tal punto intricata che Miro dovrà rischiare la propria incolumità e scavare a fondo nel fosco passato di Rina per venirne a capo.

"Ho avuto la netta sensazione di aver perso qualcosa, di essere stata abbandonata. (...) Tradita da qualcosa in cui credevo, lasciata per sempre da qualcosa di importante che mi proteggeva e mi aiutava ad andare avanti."

Non so mai come iniziare le recensioni... Sono una blogger tarocca, ma questi sono dettagli... Va bene, andiamo avanti. 
La notte dimenticata dagli angeli ci racconta la storia di Murano Miro, un'investigatrice privata incaricata da Watanabe Fusae, la direttrice di una casa editrice e direttrice di un'associazione per i diritti delle donne sfruttate nei film per adulti, che le dà l'incarico di ritrovare Isshiki Rina, la protagonista di Ultraviolence, il film per adulti che sta spopolando in questo momento. 
Watanabe sostiene che la ragazza sia stata violentata durante le riprese e per questo vuole incontrarla per denunciare la Create Pictures, la casa di produzione di film per adulti più grande e famosa di Tokyo. 
Miro si lancerà a capofitto nella ricerca di questa ragazza, rivelando segreti che avrebbero dovuto rimanere tali, misteri troppo oscuri per essere svelati e rincorrendo un misterioso assassino. 

Il romanzo inizia molto lentamente, ed è anche per questo che l'ho trascinato per un'intera settimana, oltre per il fatto che ero molto impegnata con altre cose per continuare la lettura. Comunque, la trama è sviluppata benissimo ed i personaggi sono vari e ben caratterizzati.
Il mio personaggio preferito è, forse, Tomobe, il vicino di casa di Miro, un ragazzo omosessuale che diventa in poco tempo un amico fidato ed un aiutante perfetto per Miro.
I sentimenti che legano i due, divisi ovviamente dall'orientamento sessuale, sono diversi, infatti, Miro inizia a provare un certo amore nei confronti di Tomobe, che però non può essere ricambiato.
La storia si sviluppa principalmente intorno al caso di Isshiki Rina, ma porterà a galla anche persone dal passato di Miro che si riveleranno di fondamentali nella sua ricerca.


Grazie alla Neri Pozza per la copia cartacea del romanzo <3
Il romanzo è scritto benissimo ed ho apprezzato moltissimo le descrizioni dei paesaggi e dei dettagli fatte dall'autrice. Inoltre, lo stesso personaggio di Miro ci viene descritto nelle sue più varie sfaccettature, dalla parte psicologica a quella fisica. 

Il romanzo è molto lento, ma anche molto travolgente, sopratutto andando avanti nella lettura. Da metà romanzo il ritmo diventata più veloce, sempre conservando un pò della lentezza iniziale. 
Il mistero che riguarda Isshiki Rina viene svelato lentamente, per piccoli passi e fino alle ultime pagine ci troviamo con il fiato sospeso perchè la verità viene svelata solo a 5 pagine dalla fine del romanzo, nonostante gli indizi che Miro raccoglieva durante le indagini. 
Il finale è completamente a sorpresa e non posso negare di esser rimasta letteralmente a bocca aperta, perchè sinceramente non me lo aspettavo!

Un romanzo che sicuramente vi farà innamorare se siete amanti dei thriller e del mistero, perchè in questo romanzo c'è molto di entrambi. Natsuo Kirino mi ha sicuramente conquistata con questo suo romanzo ed ora provvederò subito a recuperare tutti i suoi precedenti romanzi!
Correte a leggerlo se non lo avete ancora fatto, non ve ne pentirete.

Questo è tutto con la recensione di oggi! Cosa ne pensate? Lo avete letto? Fatemelo sapere nei commenti! 
Al prossimo post,
Nali <3

6 commenti:

  1. Adesso non ho più dubbi (non che ne avessi molti, la Kirino mi piace tantissimo!) né scuse! Spero di riuscire a comprarlo presto! :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Compralo,che poi voglio sapere cosa ne pensi eh!

      Elimina
  2. ok, adesso si, colpita e affondata! DEVO leggere questo libro!

    RispondiElimina
  3. Mh, so che è un'autrice molto thriller e noir. Non so, qualcosa mi frena :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Se ti piace il genere te lo consiglio,altrimenti lascia perdere :D

      Elimina

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!