martedì 4 ottobre 2016

Recensione "Calendar Girl - Luglio / Agosto / Settembre" di Audrey Carlan

Buon martedì a tutti e benvenuti sul mio blog lettori! Oggi voglio parlarvi del terzo romanzo di Calendar Girl di Audrey Carlan,la serie che sta prendendo piede in tutta Italia e che, lo ammetto, ha conquistato anche la sottoscritta, edito Mondadori (al prezzo di 17.90 euro per la versione cartacea e di 8.99 euro per la versione digitale - potete acquistarlo QUI ). Potete trovare le recensioni dei due precedenti volumi qui e qui.


31201974

ATTENZIONE - LA TRAMA E' PIENA DI SPOILER. 

"Mi ero ripresa la mia vita, contenta delle mie decisioni, di quel che stavo facendo e di quello che mi riservava il futuro. Le possibilità erano infinite, soprattutto se immaginavo il mio surfista in costume da bagno che mi invitava a tuffarmi nella distesa infinita del Pacifico. Era ora di tornare a casa... almeno per un po'." Dopo un mese a Miami al fianco di Anton Santiago, l'astro nascente dell'hip-hop, per Mia è arrivato il momento di passare un po' di tempo con Wes, e trovare finalmente il coraggio di dare un nome a quel filo che li ha tenuti uniti in tutti questi mesi. Di aprire le porte all'amore e riprendere il suo viaggio forte di un legame nuovo, di un uomo che desidera essere il suo presente e il suo futuro.

Ma quello che Mia non sa è che Maxwell Cunningham, il proprietario dell'industria petrolifera Cunningham Oil & Gas, che la sta aspettando in Texas, è destinato a cambiare completamente le carte in tavola. Ha in serbo per lei rivelazioni che la costringeranno a rimettere in gioco tutto, a rivedere completamente il suo passato e quello di tutta la sua famiglia. La madre di Mia, che aveva abbandonato lei e sua sorella molti anni prima, aveva tenuto loro nascosto un segreto enorme, la cui forza esplosiva è destinata a colpire tutti, anche Wes...
 

"I pensieri negativi si piantano nel cervello come semi, e una volta cresciuti ti infestano la mente, distruggendo la tua capacità di vedere la verità e la bellezza. Di vedere la sincerità dietro una persona o una certa situazione. Alla fine, questi pensieri cattivi trionfano su tutto, e perdi di vista la gioia di avere quella persona nella tua vita. Come l'erbaccia. Crescerà e infesterà l'intero vaso finché tutta la bellezza non sarà cancellata e non resterà altro che la cosa che non avresti mai voluto. L'erbaccia, o, nell'altro caso, il pensiero negativo. "

Avevamo lasciato Mia ad un momento critico della sua vita e della sua avventura, ancora segnata da quello che era successo a Washington, con i segni di ciò che le era successo ancora addosso e le tracce dell'avvenimento ancora vivide nella sua mente. 
La ritroviamo in una soleggiata città alle prese con il cantante pop Anton, rinominato dalle sue fan il Latin Lover, per le sue origini portoricane e non solo...
Mia, come dicevo prima, si porta ancor ai residui di ciò che è successo e sembra ormai impossibile superare quello che nella sua mente appare ogni qual volta Anton la tocca. 
Il mese di Luglio è un mese di cambiamenti, anche se credo che l'intero terzo volume sia il romanzo della svolta, perchè Mia in questo romanzo troverà un piccolo pezzo di sè stessa, sconfiggerà alcune delle sue paure, ma avrà anche a che fare con problemi immensi e impossibili da risolvere senza l'aiuto delle persone che le sono state vicine durante il suo viaggio. 

Agosto è il mese delle scoperte, il mese dei ritrovamenti, il mese più importante del romanzo, anche se lui e settembre se la combattono ad armi pari, è il mese nel quale Mia scoprirà qualcosa che cambierà radicalmente la sua vita e non solo.

Settembre, invece, è il mese della sofferenza e delle delusioni, un mese crudele (come lo è davvero) e a questo punto, fossi stata in Mia, avrei iniziato ad intonare le note di "Wake me up when September ends" (cosa che io ho fatto davvero a settembre), perchè davvero un mese più deludente ed oscuro non lo aveva mai passato nessuno. 
A Settembre Mia riscoprirà il sostegno della famiglia, la sua famiglia allargata, quella famiglia che si è costruita viaggio dopo viaggio, luogo dopo luogo, cliente dopo cliente, sino ad arrivare a quel punto.  

Grazie alla Mondadori per la copia! <3

Come sempre la scrittura della Carlan è fresca ed a tratti ironica e ci regala emozioni sempre diverte, che mutano e si trasformano di mese in mese, mentre accompagniamo Mia nel suo viaggio, che ben presto raggiungerà una fine!

Se non avete ancora intrapreso il viaggio con Mia, vi consiglio di farlo, perchè anche se il romanzo può sembrarvi, spinto, sconcio e a tratti volgare è un romanzo che insegna tanto, la storia di una ricerca di se stessi, la ricerca di qualcosa di migliore di ciò che si ha già, la ricerca di una famiglia, dell'amore, delle vere amicizie, Calendar Girl non è solo una serie di quattro romanzo, è la storia di una vita, una vita piena di avventure, una vita che va vissuta e che va presa per quel che è, giorno per giorno, perchè con piccoli viaggi, con avventure e nuove conoscenze si trova la strada verso se stessi ed una vita piena e felice. 

Questo è ciò che Mia continua ad insegnarmi ad ogni capitolo, quello che la Carlan continua a comunicarmi con i suoi romanzi ed io non vedo l'ora di iniziare il quarto ed ultimo volume della serie per scoprire la vera Mia, per vedere dove la nostra protagonista terminerà il suo viaggio, un viaggio lungo un anno, un viaggio verso se stessa.

Vi consiglio di recuperare questa serie, assolutamente e di non farvi scappare la possibilità di conoscere Wes, Alec, Mason, Hector, Tony, Anton, Max e tutti i fantastici ragazzi che accompagnano Mia nel suo viaggio!

Bene, questo è tutto con la recensione di oggi! Cosa ne pensate? State leggendo la serie? L'avete terminata? Avete intenzione di iniziarla? Fatemelo sapere nei commenti!
Al prossimo post,
Nali <3

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!