giovedì 27 ottobre 2016

Recensione "La ragazza perfetta" di Gilly Macmillan

Buon giovedì e benvenuti ad un nuovo appuntamento con il Domino letterario! La recensione di questo mese è dedicata a La ragazza perfetta  di Gilly Macmillan, edito Newton Compton (al prezzo di 9.90 euro per la versione cartacea e di 2.99 euro per la versione digitale - puoi acquistarlo QUI)

Risultati immagini per la ragazza perfetta gilly

Agli occhi di tutti coloro che la conoscono, Zoe Maisey, prima bambina prodigio e poi genio della musica, è una ragazza perfetta. Eppure, diversi anni fa Zoe ha causato la morte di tre adolescenti. Ha scontato la sua pena, e ora potrebbe guardare al futuro. La sua storia e la sua nuova vita iniziano la sera in cui tiene il concerto più importante della sua carriera. Sei ore dopo, a mezzanotte, sua madre morirà...

La ragazza perfetta è un’esplorazione profonda della mente di un’adolescente talentuosa, con un’intelligenza fuori dal comune, ma anche con un passato che sembra impossibile lasciarsi alle spalle. Ancora una volta la scrittura di Gilly Macmillan guida il lettore per mano in una storia labirintica e avvincente, in cui il colpo di scena decisivo si nasconde dietro ogni pagina.

"Agli adulti piace assegnare un nome a ogni emozione che si prova, come se una parola potesse neutralizzarla. Ma si sbagliano. A volte le cose si installano sottopelle, e non si riesce più a scacciarle, in qualunque modo vengano chiamate."

Questo romanzo me lo son trascinato per più di una settimana e da una parte mi dispiace, anche perchè ho milioni di letture da portare avanti, ma causa tempo, che scarseggia tempo, unito allo stress ed al resto, sono riuscita a terminarlo solo ora!

Comunque, La ragazza perfetta ci racconta la storia di Zoe, una diciassettenne che ha da poco finito di scontare la sua pena nel carcere minorile e che ora cerca di rifarsi una nuova vita con la sua nuova famiglia (o come la chiama lei, la famiglia della seconda occasione). Ma un avvenimento stravolgerà l'intera vita di Zoe, che in due giorni vedrà tutte le sue certezze vacillare e perderà una delle persona più importanti della sua vita.
La storia di Zoe ci viene raccontata in un alternarsi di POV tra quelli di Zoe, Lucas, Tessa, Sam e Richard, tutti personaggi che hanno a che fare con la protagonista e che ci aiuteranno a scoprire cosa è realmente accaduto la notte tra la domenica ed il lunedì.
La storia si svolge nell'arco di tempo di due giorni, la domenica ed il lunedì, appunto, nei quali vedremo cosa è successo prima e cosa è successo dopo il tragico avvenimento.

Grazie alla Newton per la copia del romanzo <3
La storia, molto complessa e ben articolata, mi è piaciuta, ma non mi ha completamente catturata, forse è anche per questo che il romanzo non sono riuscita a leggerlo in poco tempo, come mio solito.
Non so perchè, ma ho trovato la storia molto lenta e mi aspettavo un bel colpo di scena alla fine, che in realtà non è arrivato, anzi avevo capito più o meno la metà delle cose dalle prime pagine.

Lo stile dell'autrice, al contrario, mi è piaciuto moltissimo e ha alleviato un pò la noia che mi assaliva durante la lettura. Forse ero io che mi aspettavo qualcosa di più, anche perchè avevo capito fosse un thriller psicologico, mentre in realtà e soltanto un thriller con poca azione e molte lacrime e rimorsi...

Insomma, come ho già detto, la storia è molto contorta e ben scritta, gestita in maniera impeccabile, ma forse un pò noiosa.
Comunque, il romanzo è scritto molto bene e se cercato un thriller più "soft" potreste optare per questo, anche perchè non contiene scene troppo cruente (cosa che io trovo fondamentale nei thriller, ma ormai io ho lettoe  visto di tutto...).

Cosa ne pensate? Lo avete letto? Lo leggerete?
Al prossimo post,
Nali <3

17 commenti:

  1. Ciao! :) Mi spiace che la storia non sia riuscita a catturarti del tutto! E' un libro che mi ispira molto e spero di riuscire a leggere, prima o poi! :)

    RispondiElimina
  2. Lo sto leggendo, sono a metà e per il momento mi piace!
    Ti farò sapere alla fine!

    RispondiElimina
  3. Questo è uno di quei libri che non so mai se leggere oppure no...mi piace sia un thriller "soft" però il fatto che l'hai definita pochino "noiosa" mi fa posticipare la sua lettura per altri tempi.

    RispondiElimina
  4. Questo libro mi ha intrigato ☺️ Recensione molto bella!!!

    RispondiElimina
  5. Ho visto questo libro ovunque. Prima o poi lo leggerò ;)

    RispondiElimina
  6. Potrebbe essere il mio genere anche se i thriller Newton devo ammettere che non sempre hanno soddisfatto le mie aspettative. Può essere comunque una lettura interessante ;-)

    RispondiElimina
  7. Bella recensione! Ho sentito parlare spesso di questo libro… magari tra qualche tempo lo leggerò

    RispondiElimina
  8. Cavoli è un peccato quando hai delle belle aspettative su di un libro ma poi riesci già a capire come andrà a finire è proprio deludente! Soprattutto se si tratta di un thriller! Comunque ti capisco anche io spesso impiego molto a leggere libri a causa dei vari impegni! ciaooooo

    RispondiElimina
  9. Questo, non vedo l'ora di leggerlo!

    RispondiElimina
  10. Ho questo libro in wish list e non mi decido ancora a comprarlo... forse non è il momento giusto, dopo aver letto la tua recensione non so se è la lettura che cerco. Sono abituata ad altri tipi di thriller

    RispondiElimina
  11. La trama mi interessa, ma sono un po' preoccupata per il fatto che tu l'abbia definita una lettura un po' lenta.

    RispondiElimina
  12. Bello bello bello!!! Mi è piaciuto molto

    RispondiElimina
  13. ce l'ho in wishlist, avevo già letto il precedente dell'autrice e mi era piaciuto molto, penso che appena potrò leggerò anche questo

    RispondiElimina
  14. Letto poche settimane fa, mi è piaciuto molto ma devo recuperare ancora il primo, spero di recuperarlo al più presto!

    RispondiElimina
  15. Dall'idea dell'autrice credo che potesse nascere una grande storia, peccato però...

    RispondiElimina
  16. E fu così che rimasi l'unica a non leggere thriller XD Non dubito che ce ne siano di bellissimi ma non riesco proprio ad amare il genere tranne rare eccezioni.

    RispondiElimina
  17. L'idea era molto bella, parlo della trama dell'autrice, ma se poi scorre lento, non saprei... Ora devo pensarci xD


    -Hanna McHonnor

    RispondiElimina

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!