lunedì 10 aprile 2017

Recensione "Bad Girl" di Karen Waves

Buongiorno a tutti e benvenuti, oggi voglio parlarvi di Bad Girl di Karen Waves, novella del romanzo Le cesoie di Busan il cui protagonista mi aveva già fatta sognare nel romanzo principale della serie *-* (edito in self-publishing gratis per la versione digitale - che trovate QUI)

30826622

Per Won-ho Valentina ricorda un sonetto di Shakespeare, anche se ha il carattere peggiore che abbia mai incontrato in una ragazza. Ma dal momento che ha da poco litigato col padre e si trova a un passo dal lavoro dei suoi sogni, ovvero fare il potatore, uscire con una studentessa occidentale sembra il minore dei suoi problemi.
Valentina, però, è più complicata di quello che Won-ho si aspetta: dice di no, poi di sì, alternando momenti di sarcasmo tagliente ad altri di fragilità e dolcezza.
Won-ho la insegue tra lezioni e incontri casuali sulla spiaggia, scoprendo di non essere attratto solo dalla bellezza straniera e dai lunghi capelli di oro rosso. Tuttavia tentare di sedurre una donna che lo guarda con franchezza, e sembra volerlo come lui vuole lei, potrebbe avere conseguenze inaspettate, come scoprirà al loro primo appuntamento, sulla baia di Busan...
Bad girl racconta l’inizio di un amore inatteso e appassionato tra due persone che per geografia, carattere e cultura sembrano nate per restare distanti, ma che quando si trovano non sanno resistersi.
 

"Ti voglio perchè vederti è come accendersi di elettricità soffusa. E' come vivere senza pelle."

Voglio una seconda parte di questa novella, la pretendo! 
In questa novella conosciamo il bellissimo e intelligentissimo Won-oh e gli entriamo nella testa e, vi posso assicurare, non è niente male. 
La novella riprende i primi incontri tra la studentessa e il potatore che tanto amiamo e ci fanno vedere cosa c'è dietro l'animo e la bella facciata di quel gran rompiscatole di Won - oh. 
Tra citazioni di Dante e Shakespeare (e l'autrice non poteva scegliere combinazione più vincente per farmi innamorare) conosciamo l'animo del potatore, la sua famiglia e i suoi pensieri a proposito della nostra studentessa italiana, Valentina. 


Ho adorato questa versione della storia, forse più del romanzo principale (forse, eh) perchè trovo che Won-oh sia una persona eccezionale e che meriti l'attenzione e tutto l'amore possibile, ecco perchè spero che l'autrice scriva un'altra novella dal suo punto di vista *-*
Ho amato tutto di questo piccolo racconto di appena 80 pagine, dallo stile, alla storia, ai personaggi e, sopratutto, i riferimenti e le citazioni di Shakespeare e di Dante che mi hanno preso il cuore perchè io voglio trovare un uomo che mi citi Dante e Shakespeare con la stessa disinvoltura con cui Won-oh pensa alle loro citazioni più belle guardando Valentina (scusa amore se leggerai questo, ma Dante e Shakespeare sono per pochi! ahahahah). 

Quindi, con amore e tanta tanta gioia vi consiglio vivamente di leggere questa piccola novella se avete letto le Cesoie ma anche se non vi siete ancora immersi nel mondo del nostro potatore Coreano e della nostra studentessa Italiana preferiti *-*.

Cosa ne pensate? Lo avete letto? Lo leggerete?
Al prossimo post,
Nali <3

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!