lunedì 3 aprile 2017

Recensione "Le cesoie di Busan" di Karen Waves

Buongiorno e buon lunedì lettori! Finalmente sono tornata e vi prometto che adesso sarò più attiva, sperando che lo studio me lo permetta. Comunque, prima di iniziare voglio farvi sapere che sto editando il video recensione che avevo registrato tempo fa e che voglio montarvi anche un piccolo video sulla mia esperienza a Dublino, quindi fatemi sapere se vi farebbe piacere!
Bene, dopo avervi annunciato questo passiamo a parlare di Le cesoie di Busan di Karen Waves, che è stata la sorpresa pre-partenza e che mi ha sbloccato un pò donandomi un pò di forza di leggere.
(Il romanzo è edito in self-publishing al prezzo di 2.99 euro per la versione digitale e di 9.90 euro per la versione cartacea - puoi acquistarlo QUI)

30168243

Quando Valentina conosce Won-ho capisce subito tre cose: la prima, che è la persona più antipatica che abbia incontrato in Corea; la seconda, che le sue labbra bellissime non possono cambiare questo fatto; e la terza, che se le chiederà di uscire gli dirà sicuramente di no.
Dopotutto, non hanno niente in comune: solo un pessimo carattere, un umorismo tagliente, la profonda insofferenza per tutto ciò che non si possa fare in tuta e la passione che li consuma ogni volta che si incontrano.
Ma Won-ho è tanto abile nel convincere Valentina quanto lo è a potare gli alberi di Busan e così, tra picnic al chiaro di lampione e caldi pomeriggi nei frutteti, la loro relazione cresce e l’attrazione si fa sempre più intensa.
Anche se la coinquilina di Valentina insiste che si stanno innamorando e che sono fatti l’uno per l’altra, la famiglia di Won-ho si oppone e Valentina si trova di fronte a una scelta difficile.
La storia d’amore con Won-ho sopravviverà, o lei e il suo appassionato potatore hanno i baci contati?
 

"Prendimi e fammi dimenticare domani, e il giorno dopo, il ritorno a casa sotto altri cieli dopo aver conosciuto questo."

Libri ambientati in Corea?  Yes, please! 
Finalmente, FINALMENTE, sono riuscita a leggere questo romanzo e non potete immaginare quanto mi sia piaciuto (o forse potete!).
Il romanzo, ambientato nella città di Busan, nel sud del Sud Corea, ci racconta la storia di Valentina (Valentina)  e Won-Ho. Lei Veneta doc e lui Coreano un pò "barbaro" ma che vi scalderà il cuore (e non solo...). La loro storia è destinata a finire ma questo non li fermerà, non fermerà l'attrazione che provano l'uno per l'altra e grazie ad un semplice romanzo le loro vite si intrecceranno per non perdersi per mesi, sino a quando Valentina non dovrà fare ciò che aveva già programmato di fare, andare via. 

Avete presente quei momento no della vostra vita in cui avreste bisogno di una rassicurazione, di un qualcosa che vi faccia pensare che alla fine andrà tutto a posto, che magari c'è una speranza ebbene questo romanzo mi è stato vicino in un periodo in cui non avevo voglia di niente, non avevo voglia di leggere ed è riuscito a sbloccarmi e a lasciarmi in una valle di lacrime che a ripensarci mi viene da piangere ancora. Questo è uno di quei romanzo speciali la cui storia ti rimane dentro e di cui non vedi l'ora di continuare la lettura per sapere se andrà realmente tutto al suo posto o se le cose rimarranno così perchè magari è più giusto o magari non ne vale la pena. Insomma, questo romanzo è stato una manna dal cielo e ringrazio me stessa per averlo comprato al suo tempo ahahahah


Il romanzo è scritto in maniera impeccabile, con uno stile che mi è piaciuto alla follia e di cui sono innamorata. L'autrice è riuscita a farmi innamorare di Won-oh al primo colpo, non che ci volesse poi tanto visto che amo i ragazzi coreani alla follia (vedi Park Seo Jun), e ho adorato gli scambi di battute tra lui e Valentina che avevano sempre quella punta di sarcasmo che riusciva a farmi ridere!

L'altra cosa che, oltre a tutto il romanzo, mi è piaciuta moltissimo è stato il rapporto di Valentina con Yae Rim, quella rompiscatole altezzosa della sua coinquilina che, con i suoi modi eleganti, mi ha fatta sbellicare dalla risate quando si rivolgeva a Valentina chiamandola "barbara". 

Nel complesso, mi sono letteralmente innamorata di questo romanzo, della sua storia, del suo stile, delle sue atmosfere e solo rileggendo qualche riga per cercare una citazione adatta da inserire in questa recensione mi è tornato alla mente l'amore che ho provato leggendolo. Insomma, leggete questo romanzo e innamoratevi di Won-oh, di oppa, di Yae Rim e, soprattutto, di quella rompiscatole di Valentina con le sue paure, il suo amore, i suoi difetti e la sua ostinazione. 

Cosa ne pensate? Lo avete letto? Lo leggerete?
Al prossimo post,
Nali <3

Nessun commento:

Posta un commento

I vostri commenti sono il motore del Blog,grazie ad essi noi cresciamo. Lascia un commento e mi renderai felice!